Serie B, il punto dopo l'ultima giornata. Lecce in A, Foggia in C (per ora..)

di Carlo Grandi
Vedi letture
Foto

Livorno - Un campionato che pare non avere una fine quello di Serie BKT 2018/2019, con alcuni verdetti del campo pronti ad essere stravolti nel giro di pochissime ore. Tutto è ancora sospeso per alcune squadre, mentre altre possono già prepararsi a festeggiare il raggiungimento dei rispettivi obiettivi.

Intanto un'ultima giornata che ha visto la bellezza di 31 gol segnati, con 5 vittorie interne,2 esterne e 2 pareggi. 

Il Lecce segue il Brescia in serie A e lo fa vincendo la gara decisiva al Via del Mare contro uno Spezia battagliero. I gol che riportano i salentini in paradiso dopo 7 anni sono di Petriccione e di La Mantia,buono per le statistiche il gol nel finale dello spezzino Capradossi. Festa in tutto il salento per la doppia promozione del Lecce, passato (per la seconda volta nella sua storia) dalla Serie C alla Serie A nel giro di due anni.

Cade il Brescia nel giorno dei festeggiamenti contro il Benevento, che espugna il Rigamonti per 3 a 2; in gol Armenteros (doppietta) e Insigne, che prima rimontano e poi superano i gol di Bisoli e l'autorete di Di Chiara. Benevento al momento che sale al terzo posto in virtù del caso-Palermo.

Rosanero che nell'ultima partita della stagione regolare impattano 2-2 contro il Cittadella al Renzo Barbera; prima in vantaggio con i gol di Nestorovski e Trajkovski, poi rimontati dai gol granata di Diaw e Adorni. Rosanero declassati all'ultimo posto dall tribunale federale e retrocessi in C, il preludio ad un'estate di fuoco per il sodalizio siciliano.

in zona playoff rientra così il Perugia, che batte la Cremonese nello scontro diretto per 3 a 1 e si aggiudica l'ottavo posto. Di Vido (2) e Kouan le reti dei grifoni, mentre per i lombardi va in gol Piccolo. 

In zona playoff completano la griglia, oltre ai già citati cittadella e Benevento, anche Verona,Spezia e Pescara. 

La gara dell'Adriatico sancisce la crisi nera della Salernitana, 4 punti nelle ultime 11 partite con 5 sconfitte consecutive; i gol nel finale di Bettella e Ciofani  per il 2-0 del delfino mandano i granata ai playout, poi cancellato stante il caso Palermo.

Chi ne esce cornuto e mazziato è il Foggia, che a Verona vive un vero psicodramma; in vantaggio prima con Iemmello, subisce la rimonta dell'Hellas con Di carmine, salvo poi ritrovarsi terzultimo e in C causa risultati avversi sugli altri campi. Il caso Palermo ha riportato una flebile speranza di salvezza nel Gargano, spenta sul nascere con la decisione di cancellare il playout. Anche qui si preannuncia un' estate vissuta sulle aule dei tribunali per il sodalizio foggiano. 

Chi invece esce da tutti questi discorsi in maniera definitiva e può preparare il prossimo campionato di B in totale tranquillità sono Crotone e Livorno. I pitagorici coronano un girone di ritorno all'altezza delle loro aspettative schiantando l'Ascoli con un 3-0 perentorio, frutto dei gol di Simy, Pettinari e Benali.

Festeggia una vera e propria impresa il Livorno di Breda che ottiene la salvezza diretta, insperata fino alla vigilia, grazie al pareggio dell'Euganeo contro il retrocesso Padova. per gli amaranto segna Giannetti, per i biancoscudati pareggia Mazzocco e poi è un'attesa con un orecchio sugli altri campi fino alla gioia finale dei 1500 tifosi al seguito. 

Ha del clamoroso invece la gara di Carpi, con il Venezia prima sotto per 2 a 0 (gol di Cisse e Coulibaly), poi la mossa della disperazione; Cosmi ripropone dopo mesi di inattività Zigoni che lo ripaga con una tripletta, due gol dei quali nei minuti finali, che danno i tre punti al Venezia e la salvezza diretta (alla luce del caso Palermo). 

 

RISULTATI E CLASSIFICA

BRESCIA - BENEVENTO 2-3
CARPI - VENEZIA 2-3
CROTONE - ASCOLI 3-0
LECCE - SPEZIA 2-1
PADOVA - LIVORNO 1-1
PALERMO - CITTADELLA 2-2
PERUGIA - CREMONESE 3-1
PESCARA - SALERNITANA 2-0
VERONA - FOGGIA 2-1

riposa: COSENZA

CLASSIFICA FINALE.

BRESCIA 67; LECCE 66; BENEVENTO 60; PESCARA 55; VERONA 52; SPEZIA, CITTADELLA 51; PERUGIA 50; CREMONESE 49; COSENZA 46; CROTONE,ASCOLI 43; LIVORNO 39; VENEZIA, SALERNITANA 38; FOGGIA 37; PADOVA 31; CARPI 29; PALERMO 63. 

FOGGIA 6 punti di penalizzazione

PALERMO retrocesso all'ultimo posto per illeciti amministrativi

PROMOSSE IN A BRESCIA e LECCE.

AI PLAYOFF BENEVENTO,PESCARA,VERONA,SPEZIA,CITTADELLA,PERUGIA

RETROCEDONO FOGGIA,PADOVA,CARPI e PALERMO.