Padroni del proprio destino

di Giovanni Marino
articolo letto 420 volte
Foto

Livorno - Il Livorno, che ha brillantemente superato il Pisa nel derby, è tornato padrone del proprio destino. Grazie all'Arezzo, che si è aggiudicato il derby contro il Siena, la squadra di Sottil ha nuovamente superato in classifica lo stesso Siena, riconquistando la vetta e rilanciando la sfida per la vittoria finale.

Il Livorno ha mostrato grinta, coraggio e determinazione, evidenziando qualità ed esperienza sia collettivamente che a livello di singoli. Il Pisa non ha giocato male, ma il Livorno gli è stato semplicemente superiore. Seppure senza il ritmo e l'autorevolezza del girone d'andata, è stato cinico ed oggettivamente più meritevole della squadra nerazzurra.

La vittoria dell'altro ieri è stata la vittoria della squadra e della piazza, certo, ma è stata anche la vittoria del patron, Aldo Spinelli, che ha saputo, alla fine, dare all'ambiente la scossa che serviva. Inoltre, facendo un passo indietro, ha di fatto messo i giocatori, specie i più titolati, nella condizione di dover innescare, giocoforza, la miccia della squadra. E difatti proprio dai senatori sono arrivate le differenze che hanno garantito agli amaranto successo nel derby.

E' chiaramente presto per cantare vittoria. Ma i tre punti conquistati nel match contro il Pisa, che ironia della sorte è stato giocato proprio nel giorno del sesto anniversario della scomparsa di Piermario Morosini, rappresentano oggi quella linfa vitale che permette alla squadra e alla piazza di guardare al domani con un ritrovato cauto ottimismo.

 

 


Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy