Il Livorno fa suo lo scontro diretto. Cosenza sconfitto 2 a 0

di Luca Aprea
Foto

Livorno – Il Livorno torna alla vittoria (ultimo successo a Carpi nel pomeriggio di Santo Stefano) nello spareggio salvezza contro il Cosenza al termine di una prestazione magari non brillantissima ma decisamente generosa. Dopo un primo tempo avaro di emozioni, la gara si decide nella ripresa: al minuto 3 Diamanti pennella un cross al bacio che Giannetti capitalizza al meglio con un bellissimo colpo di testa che si insacca nell'angolino basso fuori dalla portata di Perina. Amaranto in vantaggio e tutti sotto la Nord. Il Cosenza non ci sta e si getta in avanti a testa bassa rendendosi pericoloso soprattutto con Tutino. Il Livorno rincula, soffre ma tiene botta. I rossoblu collezionano corner a grappoli ma non sfondano. E nel convulso finale è proprio Tutino a “tradire” i suoi nel momento di maggior sforzo: l'attaccante dei calabresi a gioco fermo colpisce Bogdan e Marini gli sventola sotto il naso l'inevitabile cartellino rosso. Il Cosenza nonostante l'inferiorità numerica non demorde e allo scadere, sugli sviluppi dell'ennesimo calcio d'angolo, potrebbe anche pareggiare ma la traversa salva Mazzoni sulla conclusione di Sciaudone. E come spesso succede, goal sbagliato, goal subìto. In pieno recupero infatti Capela aggancia in area di rigore il nuovo arrivato Dumitru (subentrato a Diamanti) provocando il rigore che l'altro neo acquisto Salzano, freddamente, trasforma. Lo spareggio salvezza è del Livorno, la speranza è viva, il Livorno c'è, eccome se c'è.

LIVORNO-COSENZA 2-0

Livorno (3-4-1-2): Mazzoni; Gonnelli, Di Gennaro, Bogdan; Kupisz, Luci, Agazzi, Fazzi; Diamanti (Dumitru 34' st); Giannetti (Raicevic 24' st), Murilo (Salzano 12' st). Panchina Zima, Crosta; Gasbarro, Rocca, Boben, Valiani, Gori, Porcino, Canessa. Allenatore Breda.

Cosenza (4-3-3): Perina; Bittante, Idda, Dermaku, D'Orazio; Bruccini (Legittimo 28' st), Palmiero (Capela 41' st), Sciaudone; Embalo (Mungo 12' st), Tutino, Baez. Panchina Saracco, Hristov, Schetino, Allenatore Braglia.

Arbitro: Valerio Marini di Roma.

Marcatori Giannetti (L) 3' st Salzano (L) rig 47' st

Note Giornata nuvolosa, campo in buone condizioni. 6.086 spettatori (4.174 abbonati, 1.912 paganti) Ammoniti Diamanti (L) D'Orazio (C) Sciaudone (C) Agazzi (L) Giannetti (L) Luci (L) Di Gennaro (L). Espulso Tutino (C) per fallo di reazione al 42' st. Angoli 8-2 per il Cosenza. Recuperi 0' e 5'