La presentazione. Livorno-Cosenza, vincere per continuare a sperare

di Luca Aprea
Foto

Livorno – Altro giro, altro scontro diretto. Dopo il pareggio di Crotone per gli amaranto c'è subito un altro incrocio con una diretta concorrente, al “Picchi” arriva infatti il Cosenza, che in questo momento, dall'alto dei suoi 24 punti, occupa l'ultima piazza che garantisce la salvezza diretta. Il Livorno che di punti ne ha 17 (ma una gara in meno) deve sfruttare questa grande occasione per accorciare sensibilmente le distanze. Ma per farlo, ça va sans dire, c'è un solo risultato a disposizione: la vittoria. Il filotto positivo inanellato da Diamanti e compagni è di quelli notevoli ma per fare il salto di qualità servono i tre punti. E' giunto il momento di fare il salto di qualità. Non sarà semplice perché il Cosenza di mister Braglia, rivale di vecchia data, forte della sua posizione verrà all'Ardenza per coprirsi e rischiare poco e, all'occorrenza, provare a piazzare la zampata. Ci vorrà pazienza. I calabresi, reduci dal bel successo della scorsa settimana contro il sempre scorbutico Cittadella, stanno molto bene come testimoniano i sei risultati utili consecutivi con cui si presentano all'appuntamento di domenica.

Per quanto riguarda le formazioni Breda, che già a Crotone ha fatto esordire i nuovi acquisti, potrebbe lanciare Eguelfi e Salzano dal primo minuto. Fatta salva la difesa a tre con Gonnelli, Di Gennaro e Bogdan, resta da capire l'assetto del reparto offensivo: Raicevic non è al meglio e Murilo a Crotone ha deluso. Potrebbe dunque il momento del giovane Gori dal primo minuto? Opzione plausibile ma l'impressione è che Breda confermi il Livorno visto nella seconda parte di gara dello “Scida” con l'inserimento di Kupisz e, solo in caso di risultato bloccato, si possa giocare la carta dell'attaccante fiorentino. Tra i convocati anche l'ultimo arrivato Dumitru.

In casa rossoblu Braglia dovrà fare i conti con qualche problemino di formazione. Non ci saranno infatti gli infortunati Garritano, Litteri e Maniero. Assenze che costringeranno l'ex mister di Pisa e Lucchese a confermare il tridente “leggero”formato da Embalo-Tutino (in gol all'andata) e dall'ex Baez.che si è comunque fatto valere nel successo contro il Cittadella. Out anche capitan Corsi, squalificato.

Fischio d'inizio domenica alle ore 15. Si preannuncia un ambiente caldo dopo che la Nord ha accolto l'appello/sfida del club manager Igor Protti. Ed è giusto così. Il match è di quelli in cui punti valgono doppio. Giochiamocelo compatti, tutti uniti.