Livorno, fari puntati sul Brescia, statistiche e curiosità

di Carlo Pannocchia
Vedi letture
Foto
Livorno - La prossima sfida per gli amaranto è contro il Brescia di Massimo Cellino ex presidente del Cagliari. Il Brescia, nella sua veste calcistica nasce nel 1911 da una fusione tra la Gimnasium, l’Unione Sportiva Bresciana e il Victoria, le tre squadre della città di Brescia che diedero vita al Brescia Football Club. Il Brescia detiene il record di partecipazioni totali (57) e consecutive (18, dal 1947-48 al 1964-65) nel campionato di Serie B, che ha vinto per 3 volte. Il Brescia è in testa alla classifica con 57 punti. In totale sono arrivate 15 vittorie, 12 pareggi e 3 sconfitte, con 62 gol fatti (miglior attacco della serie B) e 38 subiti. Nelle 16 gare in trasferta il rendimento è buono, con 21 punti frutto di 4 vittorie, 9 pareggi e 2 sconfitte. La qualità ai lombardi non manca e la stella delle rondinelle è Sandro Tonali, classe 2000 cresciuto nelle giovanili bresciane. In questa stagione nel ruolo di mediano ha messo insieme 27 presenze, 2 reti e sette assist. Sicuramente non può essere escluso l'attaccante 28enne Alfredo Donnarumma capocannoniere della squadra e del campionato con ben 24 gol e 5 assist in 25 partite. Punto di forza della squadra è l'attacco, attualmente il migliore della categoria con 62 reti. La rosa del Brescia si compone anche di tanti giovani dalle grandi prospettive come il difensore Andrea Cistana, poi Emanuele Ndoj (attualmente infortunato) e Dimitri Bisoli. L'allenatore è Eugenio Corini l'anno scorso sulla panchina del Novara. Applica un 4-3-1-2 che prevede un trequartista (Spalek, Morosini o Tremolada) dietro le due punte Torregrossa e Donnarumma. Corini deve rinunciare per infortunio a Cortesi, Curcio, Lancini, Martinelli, Mateju e Ndoj. Il tecnico bresciano dovrebbe riproporre lo stesso schieramento dell'ultimo turno, con Alfonso tra i pali. In difesa Sabelli, Romagnoli, Cistana e Martella. Bisoli è il centrale di metacampo completato da Tonali e Viviani.