Sala stampa. Braglia: “Prestazione sottotono”

di Luca Aprea
Foto

Livorno – Non cerca giustificazioni il tecnico del Cosenza Piero Braglia dopo la sconfitta contro gli amaranto: “Abbiamo giocato male, sottotono. Le tante assenze non mi interessano, con la stessa formazione la scorsa settimana abbiamo messo sotto e battuto il Cittadella giocando una gran partita quindi è un discorso che non regge”.

“Abbiamo sofferto molto la disposizione tattica del Livorno e la sua fisicità, soprattutto in difesa. Abbiamo commesso l'errore di attaccare sempre nello stesso modo, davanti non abbiamo mai avuto un cambio di passo, una variazione nei movimenti. Solo Tutino, che oggi si è sbattuto tantissimo, è riuscito a creare pericoli. Purtroppo il calcio è così, le partite girano e se non sei bravo a concretizzare poi rischi di prendere il gol e la gara prende tutta un'altra piega esattamente come successo oggi. Se riuscivamo ad andare in vantaggio noi? Con i se e con i ma non si va da nessuna parte... ”.

Adesso la classifica diventa complicata ma Braglia non si scompone: “Per quel che mi riguarda non ho mai pensato di essermi messo al sicuro. Forse, inconsciamente, qualcuno dei miei giocatori può averlo pensato e questa può essere anche una spiegazione dell'atteggiamento molle visto oggi in campo. Ma siamo tutti responsabili, io per primo. Evidentemente in settimana sono stato anch'io troppo “buono”, forse qualche urlaccio in più avrebbe svegliato qualcuno”.