Sala stampa. Sottil: "Bisogna lavorare sulla testa"

di Marco Ceccarini
articolo letto 822 volte
Foto

Livorno - Nella sala stampa dello stadio ardenzino Picchi, l'allenatore del Livorno, Andrea Sottil, si è così espresso dopo la sconfitta interna patita oggi dalla squadra amaranto: "Nelle vittorie e nelle sconfitte sono sempre io il responsabile. Non mi nascondo. Non c'è niente da nascondere. E' evidente che in questo periodo non stiamo più facendo quello che abbiamo fatto per sette mesi. Non importa che oggi sia stata l'ennesima partita condotta senza mai subire niente. E neanche che oggi eravamo un po' stretti come possibilità di cambi. Abbiamo avuto poca personalità e poca cattiveria davanti. E' evidente che dobbiamo assolutamente cambiare rotta".

Per Sottil, che non nasconde ne' sottovaluta il momento di crisi, non bisogna comunque perdere la concentrazione: "E' un momento così. Bisogna rimanere calmi e sereni, lucidi, guardare la realtà per capire cosa dobbiamo cambiare per presentarci ad Arezzo, tra due settimane, con un'altra determinazione". Per Sottili, infatti, adesso occorre lavorare sulla mentalità: "Bisogna lavorare sulla testa. Per giocarsi certi obiettivi non bisogna aver paura".

 


Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy