Sottil: "Contro il Pontedera vogliamo riprendere il ritmo dei primi mesi"

di Davide Lanzillo
articolo letto 647 volte
Foto

Tirrenia - E' un Sottil più determinato che mai quello che si presenta di fronte ai giornalisti nella sala riunioni del centro Coni di Tirrenia, nella consueta conferenza stampa della vigilia. “È una partita importantissima”, ha infatti subito esordito il mister, “perché veniamo da un momento in cui abbiamo rallentato la nostra marcia. Vogliamo immediatamente riprendere il ritmo dei primi mesi e domani, contro il Pontedera, dobbiamo ottenere i tre punti. Dovremo mettere l’elmetto ed essere agonisticamente determinati”.

Una partita che però si preannuncia insidiosa, non solo perché al Picchi arriverà un avversario in salute, ma anche per le numerose assenze che hanno falcidiato la rosa amaranto. Sottil, però, non vuole alibi: “Sì, avremo numerose assenze e soprattutto in difesa siamo contati, viste le assenze di Pedrelli, Franco, Gasbarro e la condizione non ancora ottimale di Perico, ma non voglio scuse: domani mi aspetto una grande prestazione da parte dei ragazzi, abbiamo un grande gruppo e sono certo che chi sostituirà gli assenti non li farà rimpiangere, come già accaduto in passato”. A proposito di assenti, sembra essere invece scongiurato un forfait anche da parte di Daniele Vantaggiato, che nell’allenamento di ieri aveva accusato un piccolo fastidio muscolare: “Daniele”, ha spiegato Sottil, “ha una contrattura ad una coscia, ma oggi si è allenato regolarmente. In queste ore valuteremo ancora la situazione, ma credo che possa essere a completa disposizione”. Inevitabile poi parlare anche delle amnesia difensive che, soprattutto nell’ultimo periodo, stanno colpendo gli amaranto. Sulla questione il tecnico piemontese mostra di avere le idee ben chiare: “Dobbiamo sicuramente migliorare questo aspetto, ma non deve diventare un’ossessione trasformandosi in paranoia. Con il lavoro di tutta la squadra e una maggiore attenzione ai dettagli miglioreremo sicuramente anche questo aspetto”.

Infine lo sguardo si è allargato sull’infuocato rush finale di stagione, che assegnerà il tanto agognato biglietto per la Serie B: “Siamo in testa e dipende solo da noi. Preferisco sempre essere davanti piuttosto che inseguire”. Impossibile dargli torto.

 

 


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI