Volley, Serie A2: Fonteviva prima illude, poi si spegne; Lagonegro passa 3 a 1 al PalaBastia

di Carlo Grandi
Vedi letture

Lagonegro passa alla Bastia. Una brutta edizione casalinga della Fonteviva si arrende per la terza volta consecutiva ed archivia in maniera definitiva il sogno di rincorrere il quarto posto. Brutta serata per la squadra di Montagnani che non ha mai trovato ritmo, tranne forse il primo set, che ha giocato sotto tono a muro ed in ricezione e che quando è calato anche il servizio ha dovuto alzare bandiera bianca contro una squadra ospite che ha trovato nel bulgaro Kandakov un gran finalizzatore. Attenuante per la squadra di casa le condizioni fisiche precarie di Jovanovic, settimana di febbre per lui, e di Wojcik a disposizione ma lontano dalla condizione migliore.

Ed un realista Paolo Montagnani analizza la prestazione della squadra nel post gara con Lagonegro: “Dopo la sconfitta di oggi, nel nostro campionato dobbiamo tirare una linea – ha detto infatti il coach labronico – E’ svanita la possibilità di arrivare nei primi quattro posti e adesso dobbiamo mettere tutte le nostre risorse per affrontare al meglio i play off che valgono la permanenza nella prossima A2 diciamo di eccellenza. Tuttavia non penso che sia stata una brutta gara da parte nostra. Abbiamo giocato contro un opposto che ci ha messo grande e costante pressione e noi nella correlazione muro-difesa non siamo andati bene. Nei momenti importanti Kandakov ha risolto la gara ed ha dato tranquillità alla sua squadra.
Infine sulle prossime gare in programma: "Dobbiamo sfruttare queste tre gare per rimetterci a posto anche dal punto di vista fisico. Jovanovic non è stato bene per tutta la settimana, Wojcik era tornato a disposizione per poi procurarsi una ferita alla mano giovedì che gli ha impedito di essere al meglio. Questo ci dà grande rammarico perché siamo stati privati delle migliori prestazioni di giocatori importanti a causa di infortuni non legati alla pallavolo ed a quello che facciamo in palestra ma a causa esterne. Anche questo ha contribuito a toglierci tranquillità”.
La chiusura, però, il tecnico della Fonteviva non può che riservarla al futuro immediato che attende la sua squadra ed al lavoro da fare per tornare la Fonteviva brillante di qualche settimana fa. E’ un dato di fatto come lo è che adesso dobbiamo rimetterci a testa bassa a recuperare tutte le energie ed a migliorare gli aspetti del gioco che non vanno. Come detto deve migliorare il nostro muro-difesa e poi dobbiamo ritrovare la serenità e l’aggressività che avevamo qualche settimana fa."

Prossimo impegno domenica 17 alle ore 18 sul parquet di Potenza Picena. 

 

ACQUA FONTEVIVA APUANA LIVORNO – GEOSAT GEOVERTICAL LAGONEGRO 1-3
Acqua Fonteviva Apuana Livorno: Briglia, Loglisci 9, Grieco, Zonca 19, Bacci, Minuti, Wojcik, Pochini, Jovanovic 1, Paoli 5, De Santis 22, Miscione, Facchini, Maccarone 9. All. Paolo Montagnani; 2° all. Franchi.
Geosat Geovertical Lagonegro: Maccabruni, Fortunato, Calonico 8, Kandakov 27, Del Vecchio 2, Pedron 2, Turano, Maiorana, Sardanelli, Marra 10, Galabinov 11, Barreto 9. All. Paolo Falabella; 2° all. Denora Caporusso.
Arbitri: Vincenzo Carcione (Roma) e Alessandro Rossi (Sanremo); addetto Video Check: Ivan Tizzanini
Parziali: 25-21; 18-25; 21-25; 23-25.
Servizi err/punti: Fonteviva 19/11, Lagonegro 11/8
Muri punto: Fonteviva 5; Lagonegro 10.