Serie B. Il Livorno Rugby supera anche lo Jesi, 25 a 17

di Gabriele Gianfaldoni
Vedi letture
Foto

Livorno - Sei come il numero dei successi consecutivi. Sei come il numero dei calci piazzati indirizzati tra i pali avversari dal mediano di apertura (e 'cecchino') Pietro Canepa. Il Livorno Rugby gioca con lucidità, non si fa mai prendere dalla frenesia e, nonostante una serie record di assenze gravi (e nonostante i tre cambi obbligati effettuati già nel corso del primo tempo) centra, contro Jesi, un'affermazione pesante e meritata. I labronici, nell'occasione in tenuta blu, si sono imposti 25-18. E' per la giovanissima squadra allenata da Marco Zaccagna il nono successo di fila tra le mura amiche. Per mettere la 'ciliegina sulla torta', sarebbe bello chiudere gli impegni del 'Montano' con una nuova prestigiosa affermazione: il 5 maggio a Livorno si presenterà la capolista Florentia, che, nel derby toscano si giocherà probabilmente la promozione.

A proposito di derby toscani: nel prossimo turno, il 28 aprile (domenica prossima, per la Pasqua, il campionato resterà fermo), i labronici renderanno visita al fanalino di coda Vasari Arezzo, già retrocesso matematicamente. Mantenendo la coesione e la determinazione ammirate nella (non facile) partita con Jesi, sono concrete le possibilità di finire la stagione con altre importanti soddisfazioni. Il Livorno Rugby, intanto, con la sua quattordicesima vittoria nelle ultime diciassette gare, ha blindato il quarto posto. Una piattaforma di lancio (e non un punto di arrivo) in vista delle nuove annate. Questi i risultati di questa 19° giornata di serie B, girone 2 (tra parentesi i punti validi per la classifica): Romagna – Modena 26-7 (5-0); Livorno – Jesi 25-17 (4-0); Florentia – Civitavecchia 8-3 (4-1); Reno Bologna – Parma'31 5-43 (0-5); Amatori Parma – CUS Siena 34-15 (5-0); Rieti – Vasari Arezzo 19-15 (4-1). La classifica a 3 turni dalla fine: Florentia 82 p.; Romagna 81; Civitavecchia* 80; Livorno 70; Parma'31 58; Modena e Am. Parma 49; Jesi 35; Rieti* 24; CUS Siena 22; Reno Bologna 17; Vasari Arezzo** -6. *Civitavecchia e Rieti scontano 4 punti di penalizzazione; **Vasari, che sconta 8 punti di penalizzazione, è già matematicamente condannata alla C1. La prima viene promossa in A, le ultime due retrocedono in C1.

Livorno - Jesi è viaggiata sui binari dell'equilibrio. I marchigiani, nonostante la sconfitta, hanno - grazie alle disgrazie altrui e in particolare grazie allo stop interno del Reno Bologna - ora al sicuro, aritmeticamente, la permanenza in categoria. Sono i labronici a sbloccare il punteggio, al 5', con un agevole piazzato di Canepa. Gli ospiti reagiscono e trovano, con l'apertura Jacob, il piazzato del pareggio: 3-3. Prima tegola per Zaccagna: all'11' infortunio per l'estremo Scapaticci, sostituito da Oscar Trumpy, il classe 2000 figlio d'arte, che così debutta al 'Montano' dopo i suoi due primi gettoni di presenza in B festeggiati in trasferta. Al 19' giallo per il centro jesino Trillini. Livorno sfrutta la momentanea superiorità numerica per siglare, ancora con Canepa (28') il penalty del 6-3. Sono costretti, in chiusura di frazione, ad uscire dal campo anche il flanker Merani e il pilone Mangoni. Nell'ultima azione del primo tempo, i padroni di casa conquistano una nuova punizione nella metà campo nemica, trasformato tra i pali, da non facile posizione, dal 'cecchino' Canepa. 9-3 all'intervallo. Al 5' della ripresa, veemente spinta in una mischia a cinque del potente pacchetto marchigiano. I locali ricorrono al fallo e per l'arbitro sussistono gli estremi per assegnare la meta tecnica, per effetto dalla quale i biancoverdi ospiti, per la prima (e unica volta) operano il sorpasso: 9-10. Il pilone dei livornesi Ciapparelli protesta e per lui scatta il cartellino giallo. L'ingresso del mediano Chirici in luogo del terza centro Piras determina una serie di cambiamenti tattici nel mosaico della squadra: cambiamenti che coinvogono tutti i reparti. Livorno, pur con un uomo in meno, attacca con generosità e trova con il solito implacabile Canepa, dalla piazzola (9') i punti del definitivo contro-sorpasso: 9-12. La squadra dei 'Leoni' ospiti è più potente ed organizzata nelle mischie chiuse, ma i labronici hanno più risorse nel gioco arioso, nella ricerca degli spazi. Torna in campo Ciapparelli. Al 20' altro piazzato di Canepa: 15-10. I labronici sono lucidi nelle scelte tattiche. Ancora una volta, al 28', si affidano a Canepa che mette dentro il suo sesto piazzato, per il 18-10. Non è finita. Al 34' Jesi chiede di giocare una punizione in attacco con una mischia ordinata. Scelta giusta: avanzata prepotente degli ospiti nel raggruppamento, fallo degli avanti avversari e seconda meta tecnica (18-17). Livorno non vuole mosche sotto il naso e nel finale, con grande orgoglio, si spinge in avanti, per cercare la marcatura della matematica certezza. Di forza, dopo un attacco insistito, è l'attivissimo tallonatore-pilone Bufalini (39') a varcare la linea di meta avversaria. Sua la prima e unica meta della squadra labronica. Canepa trasforma per il definitivo 25-17. Quattro punti per Livorno (difficile nell'occasione 'pretendere' anche il bonus-attacco) e zero punti per Jesi (che comunque può consolarsi per la certezza della salvezza). Solo con un carattere fuori del comune era possibile allungare la striscia di vittorie consecutive. Il giovane Livorno Rugby sta maturando, sotto ogni punto di vista.

Livorno Rugby - Jesi 25 a 17

Livorno: Scapaticci (11' pt Trumpy); Rattalino, Pellegrini, Ianda, Cristiglio; Canepa, Zannoni; Piras (6' st Chirici), Gragnani Giorgio (cap.), Merani (Bitossi 32' pt); Bottari (19' st Pardini), Gragnani Giacomo; Mangoni (36' pt Sforzi), Bufalini, Ciapparelli. All.: Marco Zaccagna.

Jesi: Piccinini; Renzi, Trillini, Fanesi, Pierpaoli; Jacob, Matera (19' st Bruciaferri Niccolò); Sandroni, Scavone, Filipponi; Feliciani, Albani (cap.); Bruciaferri Edoardo, Piergirolami, Bimbo (40' st Silvi). A disp.: Diagne, Liberatore, Ramazzotti, Ferretti, Cappuccini. All.: Mariano Fagioli.

Arbitro: Dario Marzetta di Brescia.

Marcatori: nel pt (9-3) 5' cp Canepa, 8' cp Jacob, 28' e 44' cp Canepa; nel st 5' m. tecnica mischia Jesi, 9', 20' e 28' cp Canepa, 34' m. tecnica mischia Jesi, 39' m. Bufalini tr. Canepa.

Note: cartellini gialli per Trillini (19' pt) e Ciapparelli (6' st). Calci piazzati: Canepa 6/7, Jacob 1/2. In classifica 4 punti per Livorno, che ha vinto (una meta realizzata) e 0 per Jesi che ha perso con un margine superiore alle sette lunghezze (due mete segnate).