SEZIONI NOTIZIE

Terremoto Livorno, parla Viviani: "Mancanza di professionalità nella societa"

di Carlo Grandi
Vedi letture
Foto
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Livorno - Federico Viviani rilascia la sua dichiarazione a caldo dopo la drastica decisione del presidente Spinelli di non rinnovare i contratti in scadenza e "tagliare" molti giocatori della rosa. Queste le due parole: «La situazione è paradossale. Credo sia la prima volta in assoluto. La cosa era nell’aria da qualche giorno ma così è paradossale. Prima del lockdown mi avevano detto che sarei potuto restare a Ferrara. Poi mi hanno detto che dovevo rimanere per un mese, che erano contenti, per farmi giocare. Poi dopo il ko contro il Cittadella, mi hanno detto che il 30 giugno sarei stato libero. Tanti giocatori sono rimasti a piedi. Luci, il Capitano, fino a stamattina non sapeva niente. Anche lui ha preso le scarpette al campo una volta andato via, ha svuotato gli armadietti. La situazione è paradossale però il Presidente dice di voler puntare su chi è di proprietà e sui giovani. Ok, lo capisco. Il problema è che lo hanno comunicato solo oggi: nessuno sapeva quel che doveva fare fino alla seduta di stamattina. Stamattina ci siamo allenati, sì. Sono passato a prendere le cose, poi ho finito la mia avventura a Livorno. Immaginate lo spirito… Noi che sapevamo di dover andar via, eravamo già in vacanza, purtroppo. Ci parlavamo tra di noi ma nessuno sapeva niente. Anche il mister prima della seduta di stamattina non sapeva niente… Non capisco perché abbiano tirato avanti questa situazione. Nessuno mette in dubbio le scelte ma è la modalità a lasciarci perplessi. Non c’è stato preavviso, non c’è stata serietà da quel punto di vista. E’ stata una stagione disastrosa, siamo stati noi a scendere in campo, a far quel che abbiamo fatto e ci prendiamo le nostre responsabilità. Chi ha giocato e perso siamo stati noi, è giusto pagarne il prezzo ma la serietà e la professionalità nei confronti di chi lavora ci vuole. Sempre. Livorno è una piazza importante, non parliamo di una squadra di terza categoria, ma di un club di livello e merita rispetto».
Poco da dire verso chi ha fatto parlare poco il campo e più la bocca, parlando di professionalità; proprio quella che ci saremmo aspettati da alcuni giocatori, lui compreso, che invece sono venuti in questa città con la ferma intenzione di essere di passaggio e pensare a recuperare la forma in vista della prossima stagione.

Altre notizie
Lunedì 30 novembre 2020
19:06 Livorno Calcio Ex amaranto. Pillon sostituisce Gautieri alla Triestina 16:30 Livorno Calcio Quarto tempo. De gustibus 13:59 Basket Serie B. Il cuore non basta a Cecina contro Firenze, 69 a 73 10:21 Basket Serie B. Un gran primo tempo e la Libertas 1947 espugna Chiusi, 85 a 87
Domenica 29 novembre 2020
23:26 Livorno Calcio Livorno-Pontedera, le pagelle degli Amaranto 23:01 Editoriale Andamento lento 21:06 Livorno Calcio Sala stampa. Maraia: “Un punto importante su un campo difficile” 20:44 Livorno Calcio Sala stampa. Dal Canto: “Forse la nostra miglior partita” 19:40 Livorno Calcio Uno spento Livorno pareggia contro il Pontedera, 0 a 0 19:10 Livorno Calcio Heller: “La questione dei pagamenti è in via di risoluzione” 17:37 Livorno Calcio Diretta web. Livorno-Pontedera 0 a 0 (finale) 15:28 Livorno Calcio Ex amaranto. Breda nuovo allenatore del Pescara 10:26 Livorno Calcio Livorno-Pontedera, le probabili formazioni
Sabato 28 novembre 2020
18:48 Livorno Calcio Dal Canto: “Consapevoli dei problemi, salvezza unico obiettivo” 18:43 Livorno Calcio Livorno-Pontedera, i convocati. Out Marsura, Pallecchi e Braken 15:47 Livorno Calcio La presentazione. Livorno-Pontedera, il terzo derby sarà quello giusto? 15:18 Livorno Calcio Esclusiva. Heller: "Spero tutti ricapitalizzino, chi non vuole lo dica subito" 09:45 Basket Serie A2/F. Ancora un rinvio a causa del Covid per il Jolly Acli
Venerdì 27 novembre 2020
22:12 Altro Calcio Winter Bank, Arezzo quasi in regola con una nuova fideiussione 16:19 Rugby Lions Amaranto, un collage contro la violenza sulle donne